Pro Loco di Casal Cermelli

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Prima pagina Detti e proverbi I proverbi di Casal Cermelli - giugno

I proverbi di Casal Cermelli - giugno

E-mail Stampa

1 GIUGNO

Fröč a Mağ e còud a Gìgn u i nè par ŗa cà e par iŗ frà
Freddo a maggio e caldo a giugno danno tanto raccolto per la casa e per la carità



2 GIUGNO    

A nàŝi sfurtinà ut pióv ansìl chì anche dan satà
Nascendo sfortunati piove sul sedere anche seduti



3 GIUGNO    

Gröu cruià padröu an pé
Grano coricato (poco redditizio)  padrone in piedi (vicino al tavolo)



4 GIUGNO    

Sà bagnà éua par strà
Sale bagnato acqua in arrivo



5 GIUGNO    

Argàl l’è mórt u iè ammà pì Regalēii c’un dà pì nènt a nēii
Regalo è morto, c’è solo più Regalino che non dà più niente a nessuno

Al cavà böu ubsó nènt dì “và”
Al cavallo ubbidiente non occorre dirgli “vai”



6 GIUGNO    

I söu cui pruvérbi di véğ  chi fón murì da ŗa fàm i giùu
Sono quei proverbi dei vecchi che fanno morire dalla fame i giovani



7 GIUGNO    

L’è talmènt cìt che quònd cuss böta a pióvi uss n’ancórs in quàrt d’ùra dòp
È talmente basso che quando piove se ne accorge un quarto d’ora dopo



8 GIUGNO    

San Medàrd d’éua il vó la só pàrt
San Medardo vuole la sua porzione d’acqua



9 GIUGNO    

A savèi l’amnì uss’andrèiŝa an gìr austì d’aulì
A sapere il futuro si potrebbe girare vestiti di velluto



10 GIUGNO    

Ai màt ed ai padröu ui và dàcia dlónc rasöu
Ai matti ed ai padroni va sempre data ragione

Galéina giùvna da óv e vègia da cuvéi
Gallina giovane come ovaiola e gallina vecchia per la cova



11 GIUGNO    

A San Barnabà dài antìŗ prà
A S. Barnaba buttati a lavorare nel prato

S’il pióv a San Barnabà l’ìua biònca ass nan và,
e s’il pióv da ŗa matēii a ŗa sèira pèrdi ŗa biònca e anche ŗa nèira
Se piove a S. Barnaba l’uva bianca si perde e se piove l’intera giornata si perde anche quella nera



12 GIUGNO    

L’amùr il fa paŝé u tèmp e u tèmp il fa paŝé l’amùr
L’amore fa passare il tempo e il tempo fa passare l’amore

Se gìgn ut fa nènt stransiué pöu e vij i venarröu a manché
Se giugno non sarà caldo ci saranno poco grano e poca uva



13 GIUGNO    

San Antunēii benedì fàm truvé se càn tróv pì
S. Antonio benedetto fammi ritrovare ciò che non trovo più



14 GIUGNO    

Quònd cui mònca iŗ gàt i ràt i bàlu
Quando manca il gatto i topi ballano

Iŗ cràvi in móru mai da ŗa fàm
Le capre non muoiono mai di fame



15 GIUGNO    

Iŗ dunötti i söu ŗa ruéina diŗ gröu eŗ dòni i söu ŗa ruéina d’iòm
I papaveri sono la rovina del grano e le donne sono la rovina degli uomini

L’éua d’Zan Vì l’han fa nènt ampì i barì
La pioggia di S. Vito non fa riempire le botti



16 GIUGNO    

Ŗa móda la camböia tič iàni e ŗa tèsta dìr dòni tič i mumènt
La moda cambia tutti gli anni e la testa delle donne tutti i momenti

Chi cu röia al venerdì il piònż a ŗa dumìnica
Chi ride quando non deve piange quando potrebbe ridere



17 GIUGNO    

Ŗa dìcia dìl gripiöu: mòngia cmé in bò, bèiva cmé in ażu e
piscia cmé in cöu sét vói sté söu
Il motto dell’ingordo: mangia come un bue, bevi come un asino e
piscia come un cane se vuoi rimanere sano



18 GIUGNO    

Uss nàŝ a rugnònda e uss mór a nènta ariònda
Si nasce piangendo e si muore non ridendo

Na bèla famìa a s’ancaméina an cun na fìa
Una bella famiglia comincia con una figlia



19 GIUGNO    

Da ŗa dòna cla rùgna, da cavà cu stransìua e da l’óm cu spergìra vàrti pìra
Dalla donna piagnucolosa, dal cavallo che suda e dall’uomo che spergiura stai attento

L’aliàm tròp fórt a la piònta ai dà ŗa mórt
Il letame troppo forte porta la pianta alla morte



20 GIUGNO    

L’oğ dìl padröu l’angràŝa iŗ cavà
L’occhio del padrone ingrassa il cavallo

Sa l’aughìss bèi murì da ŗa sèi a gnà spiuarrèiŝa mònc an bùca
Se lo vedessi morir di sete non gli sputerei neanche in bocca



21 GIUGNO    

L’è pì facìl iéŝi savì par iòuč che par nùi òuč
È più facile essere buoni consiglieri per gli altri che per noi stessi



22 GIUGNO    

A San Paulēii i grafiöu i vàru in quatrēii
A S. Paolino le ciliegie valgono un quattrino

A San Paulēii tič i grafiöu i iöu u sò gianēii
A S. Paolino ogni ciliegia ha il suo verme



23 GIUGNO    

I’ażu d’Cavùr is lódu da lùr
Gli asini di Cavour si lodano da soli

24 GIUGNO



Proverbi del giorno:
S’il pióva a San Giuàn u sič u darrà pói póc dàn
Acqua a S. Giovanni e la siccità farà meno danni

San Péder e San Giuanēii tič i’àni i na vóru iēii
San Pietro e San Giovanni ne vogliono uno tutti gli anni (di morti annegati)



25 GIUGNO    

A lavé ŗa tèsta a l’ażu uss tra vöia savöu e cuniŝiöu
A lavar la testa dell’asino si spreca sapone e cognizione

I pruvérbi i sùn naŝì prima di lìbri
I proverbi sono nati prima dei libri

26 GIUGNO



Mai laŝé ŗa pàia a tacà iŗ fó
Mai lasciare la paglia vicino al fuoco

Quònd che u tèmp uss dróba ansìl meżdì un pióv pì par tìt u dì
Quando il cielo si apre a mezzogiorno non piove più per tutto il giorno



27 GIUGNO    

Par nènta andé a l’infèrn au diàu fà d’mùstra déi da mènt
Per non andare all’inferno fai finta di dar ragione al diavolo

A spicé iŗ uàci d’iòuč uss và a drumì sènsa sèina
Ad aspettare i comodi degli altri si va a dormire senza cena



28 GIUGNO    

Quònd ch’il vén da Mombarìss gira i bò e scàpa fìss
Quando il brutto tempo arriva da Mombaruzzo gira i buoi e scappa



29 GIUGNO    

O dadnöu o dadrè a San Pè l’amsöu u iè
O prima o dopo S. Pietro è tempo di mietitura



30 GIUGNO    

I travài d’fèsta i vón tič an tempèsta
I lavori fatti durante la festa vanno tutti in tempesta

 
Banner

Forse non tutti sanno che....