Pro Loco di Casal Cermelli

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Leggere

E-mail Stampa

Nella vecchia scuola di Casal Cermelli, sul muro delle scale che salgono ai locali della Biblioteca Civica Barco Fedele sono appesi dei quadretti, su ognuno dei quali è scritta una frase che  in diversi modi descrive  la parola "LEGGERE"


Leggere

Fondare biblioteche è come costruire
ancora granai pubblici, ammassare ri
serve contro l'inverno dello spirito
che da molti indizi, mio malgrado
, vedo venire.

Marguerite Yourcenar, da Memorie di Adriano 


 

Leggere

Leggendo non cerchiamo idee nuove, ma pen-


sieri già da noi pensati, che acquistano sulla
pagina un suggello di conferma. Ci colpisco-
no degli altri le parole che risuonano in una
zona già nostra – che già viviamo – e facendola
vibrare ci permettono di cogliere nuovi spunti
dentro di noi.

 

Cesare Pavese, da “Il mestiere di vivere”


 

Leggere

Non riesco a saziarmi di libri.
E si' che ne posseggo un numero
probabilmente superiore al necessario;
ma succede anche coi libri come
con le altre cose: la fortuna nel cercarli
e' sprone a una maggiore avidita'
nel possederne. Anzi coi libri si verifica
un fatto singolarissimo: l’oro, l’argento,
i gioielli, la ricca veste, il palazzo
di marmo, il bel podere, i dipinti,
il destriero dall’elegante bardatura
e le altre cose del genere, recano con se'
un godimento inerte e superficiale;
i libri ci danno un diletto che va
in profondita', discorrono con noi,
ci consigliano e si legano a noi con una
serie di familiarità attiva e penetrante;

Francesco Petrarca Estratto dalla lettera a Giovanni Anchiseo


Leggere

 

N. N.
Legge di rado libri moderni;
perchè, dice, io veggo che gli antichi
a fare un libro mettevano dieci, venti, trent’anni;
e i moderni, un mese o due.
Ma per leggere, tanto tempo ci vuole
a quel libro ch’è opera di trent’anni, quanto a quello
ch’è opera di trenta giorni.
E la vita, da altra parte, è cortissima
alla quantità de’ libri che si trovano.

Giacomo Leopardi da Zibaldone 17 gennaio 1829


Leggere

 

Il libro, sia esso romanzo saggio o poesia, deve
coinvolgere al massimo l'intelligenza e la sensibilità
del lettore. Quando in un libro, di poesia o di prosa,
una frase, una parola, ti riporta ad altre immagini,
ad altri ricordi, provocando circuiti fantastici, allora,
solo allora, risplende il valore di un testo. Al pari
di un quadro scultura o monumento quel testo ti
arricchisce non solo nell'immediato ma ti muta
nell'essenza.

Giulio Einaudi Il libro ti muta nell'essenza


Leggere

 

Quelli che mi lasciano proprio senza fiato
sono i libri che quando li hai finiti di leggere
e tutto quel che segue vorresti che l'autore
fosse un tuo amico per la pelle e poterlo
chiamare a telefono tutte le volte che ti gira.

Jerome David Salinger dal libro "Il giovane Holden"


Leggere

 

I libri sono pieni delle parole dei saggi, degli esempi degli
antichi, dei costumi, delle leggi, della religione. Vivono,
discorrono, parlano con noi,ci insegnano, ci
ammaestrano, ci consolano, ci fanno pre-
senti ponendole sotto gli occhi cose
remotissime alla nostra me-
moria. Tanto grande è
la loro dignità,
la loro maestà
e in fine la loro santi-
tà, che se non ci fossero i
libri noi saremmo tutti rozzi e
ignoranti, senza alcun ricordo del passato,
senza alcun esempio; non avremmo conoscenza
alcuna delle cose umane e divine; la stessa urna che
accoglie i corpi cancellerebbe anche la memoria degli uomini.

Cristoforo Moro


Leggere

 

"Ci sono libri che si posseggono da vent'anni senza
leggerli, che si tengono sempre vicini, che uno si
porta con sé di città in città, di paese in paese,
imballati con cura, anche se abbiamo pochissimo
posto, e forse li sfogliamo al momento di toglierli
dal baule; tuttavia ci guardiamo bene dal leggerne
per intero anche una sola frase. Poi, dopo vent'an-
ni, viene un momento in cui d'improvviso, quasi per
una fortissima coercizione, non si può fare a meno
di leggere uno di questi libri di un fiato, da capo a
fondo: è come una rivelazione.

Elias Canetti, La provincia dell’uomo. Quaderni di appunti 1942-1972


Leggere

 

Ma se aprite la mente, fin dal dipanarsi delle
prime frasi, segni e indizi sottili, quasi impercetti-
bili, vi presenteranno un essere umano diverso
da ogni altro. Immergetevi nel testo, acquistate-
ne dimestichezza, e non tarderete a scoprire che
il vostro autore vi sta dando, o sta cercando di
darvi, qualcosa di molto ben definito.

Virginia Woolf

 
Banner

Forse non tutti sanno che....