Pro Loco di Casal Cermelli

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Prima pagina Insieme per leggere Insieme per Leggere NEWS nr. 02-2011

Insieme per Leggere NEWS nr. 02-2011

E-mail Stampa

Scarica il giornalino in formato PDF       download_pdf

testata news

Nr. 2  Anno 2011

Benritovati:
in questo numero vi raccontiamo la storia della “Biblioteca” per rinfrescare un
po’ la memoria ai più anziani e far conoscere la nostra “storia” ai piccoli.



La biblioteca civica di Casal Cermelli è intitolata a Barco Fedele, imprenditore
e commerciante nativo del paese (15-12-1897) che, alla propria morte, avvenuta
a Laigueglia nel 1977, lasciò al Comune la cifra di 50.000.000 di lire al fine,
appunto, di istituire una biblioteca. Oltre alla somma in denaro, il benefattore
si prodigò di donare anche una serie di pregiati volumi, quali le Enciclopedie
Treccani, Conoscere, Il Milione, la Medica, dell'Arte e dei Pittori del '900.
Negli anni Settanta la Regione Piemonte prevedeva l'elargizione di contributi
per l'apertura di nuove biblioteche, pretendendo, però, che i nuovi bibliotecari
fossero in possesso del Diploma di Bibliotecario e, a tale scopo, organizzò i
dovuti corsi formativi.
favola

Stiamo tutti attenti alla favola ……………….. in attesa della merenda

 


Il Comune di Casal Cermelli, nella persona dell'allora sindaco
Cav. Giovanni  Nizzo, aderì all'iniziativa della Regione e incaricò il consigliere
Rodolfo Vaccotti  di seguire le varie procedure necessarie per la realizzazione
della biblioteca. Si provvide a nominare la prima bibliotecaria ufficiale, la
maestra elementare Pierangela Gaino, alla quale venne chiesto di conseguire
 il  Diploma di Bibliotecaria frequentando gli appositi corsi.
In questo stesso anno, 1977, la biblioteca "Barco Fedele" aprì i battenti; con
La somma lasciata dal benefattore vennero acquistati i primi libri ed i principali
arredi.
Ebbe diversi sedi: la prima e la seconda furono in Via Roma nelle case del
sindaco; erano gli anni in cui la biblioteca ospitava il Museo dell'Oro allestito
dal geologo Giuseppe Pipino. La terza sede fu in Piazza San Carlo presso la
scuola, in quello che fu l'alloggio degli storici custodi Ida e Nino. In questo
periodo la biblioteca funzionava a pieno ritmo con doppia apertura settimanale
(un pomeriggio e il sabato mattina per i bambini della scuola).
La maestra Gaino lasciò l'incarico alla fine del 1989, i successori furono il dott.
Carlo Nizzo (dal '90 al '92) e la dott.ssa Stefania Scotti (fino al '98).
I bibliotecari erano allora retribuiti con gli interessi prodotti dal lascito di Barco
Fedele. Dal '99 furono i dipendenti comunali a gestire il prestito dei libri fino
al 2002, anno che vide la chiusura della biblioteca.
Fu poi il momento di "Insieme per leggere", associazione che nacque
con l’intento di intrattenere gli ospiti della Casa di Riposo con la lettura,
ma che raggiunse l’obiettivo della riapertura della biblioteca civica, grazie
alla caparbietà della Presidente Maria Ottavia Dias ed ai validissimi
collaboratori (tutti volontari) di cui ha saputo circondarsi.
La biblioteca è ora aperta regolarmente e arricchita di nuovi e sempre
aggiornati testi (grazie anche a generose donazioni i volumi sono più di
seimila, dei quali quasi mille per bambini e ragazzi) a disposizione di tutti
gli amanti della lettura.     (M.F.)


 

I nuovi arrivi presso la Biblioteca civica “Barco Fedele”:

  • - Andrea Camilleri: Il sorriso di Angelica
  • -Massimo Gramellini: L’ultima riga delle favole
  • -Andrea Vitali: Il meccanico Landru
  • - Giorgio Faletti: Appunti di un venditore di donne
  • - Simonetta Agnello Hornby: La monaca
  • - Francesca Melandri: Eva dorme…..

  e molti altri ………………..

…… e per bambini e  ragazzi:

  • le avventure di Geronimo Stilton 
  •  Scooby Doo 
  • La magica sull’albero  e molti altri

senza dimenticare i classici  ………….


bibliotecaria

  Foto di repertorio della “Bibliotecaria” in uno dei traslochi di libri e scafali


I  prossimi appuntamenti:

Il  3 Aprile 2011 alle ore 16,30 : la lettura di una bellissima favola

Il 10 Aprile 2011 alle ore 15,30 si impastano i biscotti o …. forse la pizza
( in collaborazione con la Proloco)

Il 26 maggio 2011 alle ore 21 il Professor  Giovanni Sacco ( docente presso il Politecnico di Torino sez. di Alessandria), appassionato fotografo e viaggiatore, ci incanterà con le immagini dei suoi viaggi straordinari intorno al mondo.Siamo già stati in India, Uzbekistan, Patagonia (brrr…)Seguire le sue “lezioni” ci appassiona ogni anno di più. Quest’anno lo seguiremo in Siria con le sue meravigliose località sulla via delle spezie.

Il  4 Giugno 2011 presso lo splendido giardino di “Casa Straneo” alle ore 21 circa serata allietata dal gruppo dei “Calagiubella”

Nel mese di giugno ricominciano le attività ludico – didattiche per i bimbi che, con programma da definire, arriveranno fino ad agosto.

 


prof-sacco

 

Si sta per iniziare …………….  La “Patagonia” ci attende

impastiamo ecc

Si impasta la pizzaaaaaaaaaaaaaaaa……….

Nr. 2  Anno 2011

  

Benritovati:

in questo numero vi raccontiamo la storia della “Biblioteca” per rinfrescare un

po’ la memoria ai più anziani e far conoscere la nostra “storia” ai piccoli.

 

La biblioteca civica di Casal Cermelli è intitolata a Barco Fedele, imprenditore

e commerciante nativo del paese (15-12-1897) che, alla propria morte, avvenuta

a Laigueglia nel 1977, lasciò al Comune la cifra di 50.000.000 di lire al fine,

appunto, di istituire una biblioteca. Oltre alla somma in denaro, il benefattore

si prodigò di donare anche una serie di pregiati volumi, quali le Enciclopedie

Treccani, Conoscere, Il Milione, la Medica, dell'Arte e dei Pittori del '900.

Negli anni Settanta la Regione Piemonte prevedeva l'elargizione di contributi

per l'apertura di nuove biblioteche, pretendendo, però, che i nuovi bibliotecari

fossero in possesso del Diploma di Bibliotecario e, a tale scopo, organizzò i

dovuti corsi formativi.

 
Banner

Forse non tutti sanno che....